Costruzione barriera di contenimento polveri - ILVA Taranto

Edilizia industriale per la realizzazione del sistema di reti di cattura delle polveri lungo due lati del sito dello stabilimento ILVA di Taranto.

Progetto: Barriera di contenimento polveri
Azienda sviluppatrice: SEMAT
Luogo: Taranto (TA)
Categoria: Progetto Edilizia Civile
Cliente: ILVA S.p.A.
Anno: 2013
Stato:

Si sono conclusi nel 2013 i lavori per la realizzazione del sistema di reti di cattura delle polveri lungo due lati del sito Ilva Taranto. Il progetto ha previsto la fabbricazione di 132 plinti di fondazione profondi 15 metri e altrettanti pali di diametro 1,5 metri. Nel complesso la barriera raggiunge una lunghezza di 1.600 metri e ha permesso di ridurre ulteriormente lo spargimento delle polveri all’esterno dello stabilimento, nel quartiere Tamburi, causato dagli spostamenti delle materie prime stoccate nei parchi minerali. La particolare trama delle reti permette il libero passaggio dell’aria, bloccando invece le particelle di polveri pesanti. L’acqua e il vento, bagnando e scuotendo le reti, le mantengono pulite. Inoltre il vento, passando attraverso i fori della rete, dissipa la maggior parte della sua energia scaricandola sulla struttura, riducendo la sua azione sull’area protetta e limitando quindi la formazione di polvere.